Blog: http://photoarte.ilcannocchiale.it

Nuvole e colori su Messina

Nel 1802, Jean-Baptiste Lamarck, celebre naturalista francese, tenta per la prima volta una classificazione delle nuvole, distinguendone cinque forme principali: a vela, a branchi, a pecorelle, a spazzate e raggruppate. Ma il suo lavoro viene presto dimenticato. Maggior successo ha la classificazione proposta dall'inglese Luke Howard che attribuisce alle nuvole nomi latini. Nel 1887 il meteorologo Abercromby compie il giro del mondo per assicurarsi che le nuvole abbiano le stesse forme ovunque. Il sistema di Howard si impone dopo la Conferenza internazionale di Monaco nel 1891.

1. Genere

CIRRUS dal latino cirrus, che significa ciuffo - ciocca di capelli.
CUMULUS dal latino cumulus che significa cumulo, mucchio, pila. 
STRATUS dal latino stratus, participio passato del verbo sternere, che significa spargere, diffondere, spianare, coprire con uno strato
NIMBUS dal latino nimbus, che significa nube piovosa 

E adesso, godetevi questo spettacolo di forme e colori che ho immortalato con la mia inseparabile Canon EOS 300D










































































Pubblicato il 30/9/2008 alle 22.26 nella rubrica Natura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web